Bastia: un importante porto di arrivo dei traghetti per la Corsica

Bastia tra tutte le città della Corsica è sicuramente quella che più assomiglia all’Italia. Infatti, ha molto dei colori, del carattere e dello stile della Toscana e delle città sul mediterraneo sulle quali si affaccia. E il porto di Bastia è uno dei principali dove arrivano i traghetti per la Corsica.

Un po’ di storia

Le sue origini risalgono alla metà del XIV secolo circa, quando, sotto la dominazione genovese, fu costruita la torre di avvistamento. La città vera e propria cominciò a prendere forma alla fine del XV secolo.

Nel 1700, Bastia cercò di conquistare la sua indipendenza ma senza alcun risultato, e restò quindi sotto il dominio dei genovesi. Alla fine del XVIII secolo, dopo il trattato di Versailles, anche Bastia, come le altre città còrse, passò sotto il dominio francese.

La città e il porto oggi

Oggi Bastia è una delle mete più frequentate dai turisti. Che, visitandola, hanno l’occasione di apprezzare paesaggi con scenari affascinanti, dalle alte montagne, immerse in una natura incontaminata, alla macchia mediterranea, vicino a un mare da favola.

La città si presenta ricca di cultura e arte: tra le sue strade, si potranno ammirare palazzi ed edifici antichi, e allo stesso tempo apprezzare lo spirito e l’allegria che fanno parte del carattere della popolazione di Bastia.

Il porto, situato al centro della città, è il primo scalo del Mediterraneo e secondo francese per il traffico di passeggeri. Da qui, i traghetti della Moby Lines e di Corsica Ferries collegano la città con i porti di Tolone, Nizza e Marsiglia per la Francia e con Genova, Livorno e Savona per l’Italia.