Il cimitero marino di Bonifacio: solenne e ammantato di silenzio

§

A Bonifacio, poco al di fuori del centro abitato vero e proprio, c’è un lungo muretto bianco. L’unica apertura è fiancheggiata da colonne e l’architrave è in stile vagamente neoclassico. Un occhio poco allenato potrebbe scambiare le costruzioni sullo sfondo per dei villini. Ma si tratta di tombe e cappelle funerarie. E sull’architrave campeggia la scritta Cimetière marin. Perché questo è il cimitero marino di Bonifacio.

Per definizione, un luogo del genere fa subito pensare ai defunti e all’Aldilà. E verrebbe da chiedersi: perché visitarlo? Eppure, chi ci è andato è rimasto sorpreso scoprendo che si tratta di un luogo particolarmente ameno. Un luogo che di macabro sembra non avere assolutamente niente.

Il Cimetière marin sorge in una posizione a picco sul mare, accarezzato dalla brezza che arriva dalle Bocche di Bonifacio. Le cappelle sembrano davvero dei villini. Dei villini circondati da un silenzio irreale, rotto solo dal fruscio delle onde. Un luogo solenne e al tempo stesso semplice.

Il momento del giorno più bello per vederlo? Be’, bisogna essere abbastanza coraggiosi per addentrarsi in un cimitero marino mentre il sole sta tramontando dietro l’orizzonte, le ombre si allungano e il cielo si tinge di rosso e blu scuro.

Di solito, il cimitero marino resta fuori dagli itinerari tradizionali con le cose da vedere a Bonifacio. Se però vi piacciono i luoghi particolari, e soprattutto se non siete scaramantici, il Cimetière marin vi regalerà un panorama che non capita di vedere tutti i giorni.

 

Fonte immagine: “Bonifacio entrée cimetière marin” di xtra – https://www.flickr.com/photos/xtra/207994707/. Con licenza CC BY-SA 2.0 tramite Wikimedia Commons

Articoli correlati