Il Natale in Corsica: 7 antiche tradizioni dell’isola della bellezza

Natale in Corsica tradizioni

Il Natale in Corsica, un tempo, era scandito da religiosità, dal desiderio di stare insieme, e da alcune antiche e sentite tradizioni. Come queste sette, che raccontano quanto il periodo natalizio fosse sentito sull’isola della bellezza.

  1. In Corsica, le decorazioni tipiche del periodo natalizio erano l’agrifoglio, o un ramo tagliato, oppure un piccolo corbezzolo che fungeva da albero di Natale. Un tempo, i presepi nelle case erano pochi.
  2. In alcune chiese, si era soliti mostrare il “Bambinu”, una piccola statua di Gesù bambino, ai fedeli alla fine della messa di mezzanotte.
  3. In molti villaggi e paesini della Corsica, il simbolo del Natale è ancora il fuoco: dalla notte del 24 dicembre fino all’arrivo dell’anno nuovo, venivano accesi dei grandi bracieri che illuminavano le piazze, le stradine e le chiese. I bracieri erano alimentati da tutti gli abitanti del villaggio, che a turno portavano i ceppi. Questa tradizione era attentamente rispettata: secondo la credenza popolare, dimenticarsi di accendere o alimentare i bracieri avrebbe portano un lutto in famiglia con il nuovo anno.
  4. Il pasto della vigilia di Natale era molto frugale: le “portate” principali erano zuppa di ceci e castagne tostate. Non a caso, ancora oggi la castagna è uno dei prodotti più tipici dell’isola della bellezza.
  5. In alcuni villaggi, c’era l’usanza di gettare nel fuoco la prima cucchiaiata del pasto della vigilia di Natale: si credeva che fosse per nutrire Gesù bambino.
  6. Nel periodo natalizio, alcuni avevano l’usanza di far visita a sette famiglie del villaggio per offrire loro un ceppo per alimentare i bracieri e trascorrere un po’ di tempo insieme.
  7. I signadori erano persone che si pensava avessero delle doti magiche. Questi avevano il diritto di trasmettere gesti e preghiere (ad esempio, la preghiera per togliere il malocchio) a una sola persona e unicamente per via orale. Tale condivisione poteva avvenire solo la sera di Natale, tra il primo e l’ultimo rintocco delle campane.

 

Fonte immagine: Flickr.com/photos/bpc009

Articoli correlati