Vacanza in Corsica: un’escursione alla riserva di Scandola

Scandola Corsica

Réserve naturelle de Scandola è il suo nome in francese. Patrimonio dell’umanità Unesco, è la prima area protetta d’Europa sia marina che terrestre. In altre parole, la riserva di Scandola è uno dei più preziosi tesori naturalistici dell’intera Corsica. Un luogo meritevole di una piccola escursione durante una vacanza sull’isola della bellezza.

 

La riserva naturale

La riserva naturale di Scandola è composta da due parti:

  • l’isoletta di Elpa Nera
  • la vera e propria penisola di Scandola

Le pendici della penisola sono a strapiombo sul mare e in alcuni punti raggiungono un’altezza di novecento metri. Lungo questa costa frastagliata si aprono piccole baie, calette e grotte quasi tutte accessibili unicamente via mare.

 

Perché visitarla

È uno dei posti più belli della Corsica: c’è davvero bisogno di qualche altro motivo per visitarla? Un viaggio verso la riserva di Scandola è consigliata per tutti coloro che vogliono trascorrere una giornata completamente immersi in una natura selvaggia e incontaminata. Gli appassionati di escursioni non si pentiranno della scelta fatta. Avrete la sensazione di esservi allontanati completamente dalla modernità.

 

Come arrivare

Per raggiungere e visitare la riserva di Scandola bisogna rivolgersi alle compagnie marittime che organizzano escursioni in barca con partenza dai principali centri abitati lungo la costa ovest della Corsica, come Calvi, Porto, Cargèse, Sagone, Ajaccio.

Ricordatevi inoltre che nella riserva di Scandola sono assolutamente vietati caccia, pesca, campeggio, ormeggio barche, raccolta di piante e fiori.

 

Fonte immagine: “03 Calanche Piana” di Photo: Myrabella / Wikimedia Commons. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons

Articoli correlati