Una passeggiata alla scoperta della Valle dell’Asco

La Valle dell’Asco è una regione aspra e selvaggia in cui una vegetazione si mescola alla roccia erosa dal fiume. Si trova nel cuore della Corsica, a poca distanza dalla regione Balagne, all’interno del Parco Naturale Regionale. La zona è attraversata proprio dal fiume Asco ed è dominata dalla presenza massiccia del Monte Cinto, con i suoi 2707 metri d’altezza: si tratta della cima più alta della Corsica. Per la ricchezza delle biodiversità, per la facilità d’accesso e per i paesaggi straordinari che offre, la Valle dell’Asco è la meta ideale di escursioni a piedi o in fuoristrada.

Una passeggiata alla scoperta della Valle dell’Asco:

Le gole dell’Asco

Le gole scavate dal fiume Asco sono una meta molto amata dai turisti. È un tratto di circa 10 km fatto completamente di granito rosso e dominato da montagne come la Cima a i Mori e il monte Terello, ma soprattutto dal monte Cinto. Qui il riferimento principale è proprio il fiume, le cui sponde sono quasi totalmente aride se non per la presenza di alcuni boschi di ginepri rossi. Il fiume è sormontato dal Ponte Genovese, una struttura ad arco che collega le due sponde e che offre una strada comoda per chi decide di esplorare questo magnifico luogo a piedi. Durante la passeggiata, è possibile scorgere mucche che passeggiano tra le rocce e, addirittura, scalano i pendii, rivelando un’agilità fuori dal comune.
Qui è possibile anche fare il bagno nelle piacevolissime piscine naturali create dal torrente Stanciacone: l’acqua è limpida e il paesaggio attorno assolutamente magnifico, un’ideale alternativa al mare ma anche a pochi km dalle spiagge più note della Corsica.

Il villaggio dell’Asco

Il villaggio dell’ Asco, che porta il nome del fiume che attraversa la valle, è situato a 650m d’altitudine ed è veramente a pochissima distanza dalle gole di granito. In questo piccolo borgo montano, nel 1943, furono confinati 86 persone di origine ebraica dalle autorità fasciste.
È una località molto particolare, in cui si respira la tranquillità e la pace del contesto montano e che rappresenta una tappa obbligata per tutti i visitatori e gli escursionisti che desiderano riposarsi o iniziare da qui la loro gita all’interno della Valle d’Asco.

Il villaggio è isolato e circondato dalla natura, delineato dai profili regolari del granito e della pietra, ma che offre la possibilità di godere di vedute magnifiche tra le montagne e un collegamento diretto al Ponte Genovese. Qui si trova un modesto, ma bellissimo, punto di interesse: la chiesa dell’Arcangelo San Michele, rappresentato da una piccola statua posizionata all’interno di una nicchia sopra il portone d’ingresso. A poca distanza c’è anche il memoriale di guerra.

Come arrivare alla Valle dell’Asco

La Valle d’Asco si trova non lontano dalla città di Corte, e per raggiungerla è necessario percorrere la strada D147, che parte da Ponte Leccia ed arriva ad Asco. Avere l’auto in questo caso rappresenta sicuramente un vantaggio.
Il mondo migliore per arrivare a destinazione, per chi si trova fuori dalla Corsica, arrivare al porto di Bastia (sul litorale nord-est dell’Isola) prendendo uno dei traghetti verso la Corsica che partono, ad esempio, dai porti di Genova, Livorno, Piombino, Portoferraio, Savona, Nizza e Tolone. Per controllare gli orari di partenza dei traghetti puoi consultare la piattaforma di comparazione TraghettiPer: basta inserire i dati di viaggio e confrontare immediatamente tutte le soluzioni disponibili al prezzo più conveniente.

Photo credits
Foto di Ymblanter da Wikimedia

Articoli correlati

16 Maggio 2024

Posti da Visitare

Viaggio ad Alata, borgo del sud della Corsica

4 Marzo 2024

Posti da Visitare

Le mete più economiche della Corsica

9 Ottobre 2023

Posti da Visitare

Guida a Bonifacio nel sud della Corsica: spiagge e non solo

Scegli la Corsica: confronta i traghetti con TraghettiPer, prenota e risparmia

Metodi di pagamento
Certificazioni