Traghetti Piombino: informazioni e collegamenti con la Corsica

Per imbarcarsi sui traghetti per la Corsica, una dei principali scali marittimi è il porto di Piombino.

Da qui partono i traghetti della Corsica Ferries per Ile Rousse e Bastia, con una o due corse al giorno nel periodo di alta stagione e una riduzione dei collegamenti durante il periodo di bassa stagione.

Porto di Piombino

Come acquistare il biglietto per la Corsica dal porto di Piombino

Il biglietto del traghetto per la Corsica è facilmente acquistabile compilando tutti i campi del nostro sistema di prenotazione online.

Una volta terminato l’acquisto potrai scegliere se ricevere il biglietto stampabile via email oppure se farlo spedire a casa tramite posta ordinaria, pagando un supplemento.

Per qualsiasi necessità chiama il nostro call center 0565960130, attivo da lunedì a sabato dalle 9:00 alle 20:00.

Imbarcare o sbarcare auto e passeggeri al porto di Piombino

I passeggeri con veicolo da imbarcare sono tenuti a presentarsi al molo di imbarco almeno 2 ore prima rispetto alla partenza indicata sul biglietto, e seguire le indicazioni dello staff per posteggiare il veicolo all’interno del garage della nave.

I passeggeri senza veicolo potranno arrivare circa 1 ora prima e con biglietto alla mano, utilizzare l’ingresso pedonale riservato.

Se all’arrivo al porto di destinazione le condizioni meteo o altre cause indipendenti dalla volontà della Compagnia rendessero impossibile attraccare, si procederà allo sbarco non appena possibile.

Compagnie per il porto di Piombino

La compagnia che serve i collegamenti dal porto di Piombino alla Corsica è la Corsica Ferries.

Come raggiungere il porto di Piombino

Il porto di Piombino è facilmente raggiungibile in auto, aereo e treno.

Come arrivare al porto di Piombino in auto

  • Chi proviene da Nord (autostrada A12 Genova-Livorno) o da Nord-Est (autostrada A1 Bologna-Firenze-Livorno), deve uscire dopo Rosignano, prosegue sulla strada a scorrimento veloce verso Grosseto fino a Venturina, proseguire sulla strada statale 398 e seguire le indicazioni per Piombino Porto.
  • Chi proviene da Sud (autostrada Roma-Civitavecchia) deve proseguire sulla superstrada per Grosseto, uscire a Venturina e continuare sulla strada statale 398 dove ci sono le indicazioni per Piombino porto.

Come arrivare al porto di Piombino in aereo

L’aeroporto di Pisa Galileo Galilei dista 108 km dal porto di Piombino. Il tragitto dura circa 1 ora e 15 minuti.

Come arrivare al porto di Piombino in treno

Chi arriva in treno scende a Piombino Marittima. La linea ferroviaria Campiglia-Piombino Marittima è allacciata alla linea Pisa per Firenze-Lucca-Pistoia-Bologna e Genova-Pisa-Roma. La stazione si trova proprio sul porto circa cento metri dagli imbarchi e dalla stazione Marittima.

Indirizzo del porto di Piombino

L’indirizzo del porto di Piombino è via della Ferriera, 37, 57025 Piombino LI.

Parcheggi per le auto

Per i turisti che non vogliono imbarcare l’auto, vicino agli imbarchi ci sono parcheggi liberi e a pagamento.

Servizi del porto

Vicino agli imbarchi per i passeggeri si trova la Stazione Marittima: all’interno, oltre alle biglietterie delle varie compagnie di navigazione, si possono trovare bar, ristorante, edicola e alcuni uffici.

La storia del porto

Anticamente conosciuto con il nome di Falesia, le origini del porto di Piombino arrivano fino al V secolo. Il porto, infatti, è stato impiegato sin dai tempi degli Etruschi, che lo utilizzavano per far arrivare il ferro proveniente dall’Isola d’Elba e per distribuire i prodotti finiti in tutto il Mediterraneo.

Nel XIX secolo, con lo stanziamento di due centri per la lavorazione del ferro, il porto acquistò una grande rilevanza per quel che riguarda il commercio, tanto che tra il 1887 e il 1908 i traffici marittimi si duplicarono.

All’inizio del XX secolo, si cominciarono a realizzare delle opere che trasformarono Piombino in un vero e proprio porto moderno. Ai traffici commerciali, quindi, si affiancò il traffico passeggeri, soprattutto con l’Isola d’Elba, per la quale Piombino rappresentava l’unico collegamento con la terra ferma.

Le tratte attive dal porto