Il sentiero botanico di San Giovanni, l’armonia fra Storia e natura

Il sentiero botanico di San Giovanni offre la possibilità di passeggiare fra spiritualità e natura incontaminata. Disegnato fra le pianure, all’ombra dei castagneti e della vegetazione rigogliosa della Costa Verde, questa strada è ricca di storia e cultura con le sue numerose chiese circondate da uno scenario verdeggiante.

Il sentiero botanico di San Giovanni, l’armonia fra Storia e natura:

 

Camminare attraverso la natura e la Storia

Il sentiero botanico di San Giovanni è un percorso attraverso le meraviglie naturali della Costa Verde. È questo il nome di quell’area che si trova tra la regione di Castagniccia e il mare, approssimativamente tra il fiume Golo a nord e la pianura orientale a sud. Più di 40 specie vegetali, fra piante e fiori, indicate dai cartelli disseminati lungo una strada dai colori e dai profumi incantati.

Durante la passeggiata non mancherete di notare le moltissime chiesette costruite nel verde. La presenza di questi luoghi di culto è proprio la testimonianza di quanto la natura sia stata una culla di spiritualità ma anche del ruolo che la religione ha avuto in tutta la Corsica in diversi periodi storici.

Sarà molto facile orientarvi e capire il paesaggio da sogno che avrete attorno grazie ai punti di segnalazione. Scoprirete la storia e le tradizioni dei luoghi di culto principali e riuscirete ad individuare tutte le isole sulla linea azzurra del mare, come l’Elba, Pianosa, Montecristo e Capraia.

Le tappe del percorso

L’escursione dura massimo tre ore e mezza ed è adatta alle famiglie. Si parte dalla la Chiesa parrocchiale di San Giovanni in stile barocco, realizzata fra il 1686 e il 1740 e dichiarata monumento storico. La riconoscerete da un altissimo campanile. Da lì, il sentiero attraversa la frazione di Cioti per raggiungere la cappella di Santa Maria.

Si prosegue in direzione della Chiesa San Mamilianu, risalente al X secolo, che offre un panorama mozzafiato sulle isole dell’Arcipelago toscano. Qui si trova un rifugio e un’area pic-nic, ma vale la pena fare una visita al suo cimitero medievale. È la sua altitudine (765 metri) ad offrire questa visuale magnifica, e la sua particolarità è che è rivolta verso l’isola di Montecristo (dove si trova il monastero del culto di san Mamilano) come tutte le chiese dedicate a questa figura importante. Questo perché si usava accendere fuochi presso le absidi per comunicare proprio con l’isola di Montecristo, luogo in cui morì eremita il Vescovo di Palermo.

Il percorso di ritorno passa da Castellu Vechju e i suoi scavi archeologici, e prosegue verso la frazione di Serrale e la Chiesa di San Lorenzo, un altro punto panoramico mozzafiato sulle alture di Capo Corso. Da lì, si può tornare al parcheggio della chiesa di San Giovanni.

Prima di concludere questo meraviglioso percorso naturalistico potrete riposarvi nelle vicinanze della sorgente Aqua Freddola, immersa nei colori del bosco.

Se siete appassionati di escursioni non potete perdevi il sentiero botanico di San Giovanni. Prenotate il vostro viaggio in Corsica tramite il nostro comparatore di traghetti online e approfittate delle offerte disponibili tutto l’anno.

 

 

Photo Credits
Foto di Michimaya da Wikimedia

Articoli correlati

25 Marzo 2024

Cose Fare

Corsica segreta: Un road trip primaverile sull’Isola della Bellezza

15 Febbraio 2024

Cose Fare

Percorrere il GR20 di Corsica sugli sci lungo l’Haute Route

15 Gennaio 2024

Cose Fare

Corsica: cosa fare in un weekend a Porto Vecchio nel periodo invernale

Scegli la Corsica: confronta i traghetti con TraghettiPer, prenota e risparmia

Metodi di pagamento
Certificazioni