Scoprire la Corsica in bici sulla GT20

Che la Corsica sia una meta particolarmente apprezzata dagli amanti di ciclismo, è risaputo. Le sue strade tortuose che collegano il selvaggio entroterra ai pittoreschi paesaggi della costa sono l’ideale per un viaggio on the road in sella a una bici. Un modo diverso di scoprire l’isola della Bellezza che però richiede una certa dose di allenamento e fatica. Per gli spiriti avventurieri sì, ma poco allenati è possibile affittare un e-bike e pedalare lungo l’itinerario GT20, la Grande Traversata della Corsica. Ribattezzata la risposta su due ruote al GR 20 , il GT20 è il viaggio in bicicletta perfetto per tutti coloro che amano scoprire l’incantevole territorio della Corsica, pedalando in tranquillità.

Corsica in bici lungo il GT20:

GT20: da Bastia a Porto

Il GT20 è un itinerario di 550 chilometri che attraversa tutta la Corsica da nord a sud. Un percorso in tredici tappe da Bastia a Bonifacio adatto a tutti sportivi e non: lungo il percorso sono stati posizionati oltre 300 pannelli indicatori e ognuno è libero di scegliere di percorrere anche solo una parte del percorso, adatto anche alle e-bike turistiche. La prima parte del percorso prevede la risalita del Cap Corso fino al porto turistico di Macinaggio, primo scalo della Corsica. Da qui si sale verso il Col de Serra per poi scendere verso il grazioso ed elegante porto di Centuri. A pochi chilometri da Saint-Florent si trova il borgo di Patrimonio, patria del vino corso, dove è possibile degustare un buon calice di pregiato vino all’interno delle cantine locali. Tappe successive la Balagna e i suoi borghi pittoreschi, custodi di tradizioni e saperi millenari e Calvì, con la sua medievale cittadella da non perdere. Il tragitto che collega Galeria a Porto è sicuramente il più suggestivo di tutti perché si affaccia sul Golfo della Girolata, uno dei luoghi più emblematici della Corsica.

GT20: da Porto a Bonifacio

Il tragitto che porta da Porto a Corte sale di quota fino ai 1.477 metri, il punto più alto toccato dal GT 20. Da non perdere il piccolo borgo di Evisa, il paese della castagna, e lo splendido di bosco di Aïtone. Si raggiunge Corte passando per la suggestiva Scala di Santa Regina, una stretta gola tra pareti di granito rosso nella quale serpeggia la strada. Si continua il viaggio passando per il Passo Verde, a 1289 m, per raggiungere Zicavo, celebre per i suoi salumi e per la cascata del Pont de la Camera che lo sovrasta. Si giunge così al Col de la Vaccia che porta a Zonza, paese dal fascino incredibile per le sue facciate in pietra color ocra e per le piccole botteghe artigiane che lo caratterizzano. Dopo aver attraversato le Lac de l’Ospedale e il meraviglioso Golfo di Santa manza, si arriva a Bonifacio e alle sue suggestive bocche.

Photo credits:

Foto di TeletubAstyanax da Wikimedia

Articoli correlati

25 Marzo 2024

Cose Fare

Corsica segreta: Un road trip primaverile sull’Isola della Bellezza

15 Febbraio 2024

Cose Fare

Percorrere il GR20 di Corsica sugli sci lungo l’Haute Route

15 Gennaio 2024

Cose Fare

Corsica: cosa fare in un weekend a Porto Vecchio nel periodo invernale

Scegli la Corsica: confronta i traghetti con TraghettiPer, prenota e risparmia

Metodi di pagamento
Certificazioni