Percorrere il GR20 di Corsica sugli sci lungo l’Haute Route

L’Haute Route o “Alta Via” della Corsica è un’esperienza indimenticabile per qualunque appassionato di sci. L’isola francese è nota per alternare spiagge magnifiche a montagne suggestive nel giro di pochissimi chilometri: i percorsi innevati sulle alture offrono panorami suggestivi su territori selvaggi e solitari, disseminati di pini e abeti imbiancati in inverno. In questo articolo suggeriremo gli itinerari più belli da percorrere in sci lungo la GR20, il sentiero di lunga percorrenza che si estende da nord-ovest a sud-est della Corsica per 180 km. È considerato il trekking più duro d’Europa: la durata media per percorrerlo tutto, fra ripidi pendii, è di circa due settimane.

Per raggiungere la GR20 puoi prendere uno dei tanti traghetti verso la Corsica e raggiungere il porto di Calvi e il porto di Ile-Rousse, sul versante orientale dell’isola francese.
Percorrere il GR20 di Corsica sugli sci lungo l’Haute Route:

Haute Route: da Vizzavona al Colle de Vergio

In alta Corsica la località di Vizzavona è il punto di partenza ideale per affrontare un percorso avventuroso, adatto agli appassionati di sci che hanno un po’ di esperienza con discese e pendii molto ripidi. Il ghiaccio presente potrebbe rendere necessario una dimestichezza maggiore con gli sci. Lungo il percorso potrai trovare boschi incantati nei pressi delle cascate des Anglais, e lunghe curve del fondo valle tra il Monte Oro e Punta Migliarello. Il percorso è disseminato di rifugi ed è proprio qui che gli sciatori potranno trovare ristoro prima di proseguire verso le suggestive creste della Bocca Manganu fino alla selvaggia Punta Muzzella.

Nel versante opposto c’è la meravigliosa vista offerta dalla Bocca di Soglia; attraverso di essa si giunge il pendio di Breche de Capitello, che porta al rifugio Manganu, il secondo punto di ristoro presente nel percorso. L’ultimo giorno è dedicato al percorso lungo il fiume Tavignanofino al Lago di Ninu, che offre una vista incontaminata su un panorama solitario e affascinante. Da lì, attraversando la Serra San Tomaghiu e la Bocca e Reta, si può proseguire lungo la G20 fino Col de Vergio oppure salire sul versante sud di Capo a Rughia e affrontare una discesa verso Bocca a Manuella e Col de Vergio.

Tour sciistico sul monte Rotondo

Questo bellissimo percorso può durare di 1 giorno e permette di ammirare una valle suggestiva, attraversata sentieri innevati circondati da abeti e pini neri, ai piedi della seconda montagna più alta della Corsica: il monte Rotondo, aspro e selvaggio.

Il tour inizia nella selvaggia Val Restonica, in una salita rocciosa e ampia che raggiunge la Valle del Timozzo e una zona più pianeggiante nei pressi del Lago d’Oriente fino ad un ripido canale di ghiaccio che porta verso l’altura. La ricompensa è degna di tutta questa fatica: con una vista sulle montagne circostanti fino a intravedere il mare.
A questo punto, direttamente dalla vetta, si può notare che il versante occidentale ha una pendenza ideale e una discesa avventurosa. A circa 2.100 metri, bisogna imboccare un passaggio tra le rocce e uscire in una valle pianeggiante, attraversata da un torrente; qui, bisogna fare attenzione al fatto che ci sia sufficiente neve da poter proseguire senza problemi la discesa in sci. Prendendo l’apposito sentiero escursionistico verso la Restonica, si torna al punto iniziale.

Discesa dal Monte di Cinto

Lo chiamano “il tetto della Corsica”: si tratta del monte Cinto, un rilievo di puro granito che scende ripido lungo le valli e offre la possibilità di affrontare una traversata in sci mozzafiato. Per iniziare bisogna raggiungere il Lac du Cinto per intraprendere la vera avventura in ramponi e scarponi verso la Pointe de Eboulis, a 2650 metri, con una sosta al Rifugio Ercu: ti aspetta la cresta del monte che sembra una finestra verso il cielo e le nuvole. La vista verso la cima è una delle più belle al mondo.

In alternativa, si può utilizzare l’Haut Asco, un percorso che porta direttamente al monte Cinto che attraversa un bosco e conduce ad un ponte di legno, verso la montagna. La zona è dotata inoltre di un’attrezzatissima stazione sciistica riaperta nel 2016 dopo 24 anni di inattività. Le piste si trovano a 1420 – 1520 metri di quota, con tutti i servizi necessari per trascorrere giornate di puro divertimento, compresi uno skilift, una funivia e un tappeto magico.
Photo credits
Foto di jbgeronimi da Flickr

Articoli correlati

25 Marzo 2024

Cose Fare

Corsica segreta: Un road trip primaverile sull’Isola della Bellezza

15 Gennaio 2024

Cose Fare

Corsica: cosa fare in un weekend a Porto Vecchio nel periodo invernale

7 Agosto 2023

Cose Fare

Trekking: i migliori itinerari per scoprire la Corsica a piedi

Scegli la Corsica: confronta i traghetti con TraghettiPer, prenota e risparmia

Metodi di pagamento
Certificazioni